Il Sassuolo cala il poker e affonda il Palermo: 4-1

Doppietta di Matri, reti di Ragusa e Policano dopo il vantaggio iniziale di Quaison

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Il Palermo si illude per un quarto d’ora andando in vantaggio all’8′ con Quaison, ma poi viene travolto dal Sassuolo che cala il poker al Maipei Stadium. L’avvio è tutto per il Palermo ed all8’ arriva il gol: lancio lungo da dietro con Nestorovski che prima protegge palla sull’attacco di Letschert, poi di tacco serve l’accorrente Quaison, che salta in uscita Consigli e la mette dentro.

Il pari arriva al 15′: palla per Berardi a destra, verticale fulminea che pesca solitaria Matri, con la conclusione dell’ex Juve che batte Posavec. Il Palermo sfiora il gol al 20’: traversone dalla destra di Rispoli per Nestorovski che anticipa di testa Letschert ma fa terminare la palla di poco a lato. Poi il secondo gol del Sassuolo: ancora Berardi lancia in profondità Ragusa che, grazie a un’incertezza di Vitiello, con un pallonetto supera Posavec.

Il Palermo continua a macinare gioco anche nel secondo tempo. Corini mette in campo Diamanti al posto di Embalo ma al 21’ arriva il terzo gol del Sassuolo. Palla dentro di Berardi, Morganella aspetta l’uscita di Posavec, che, invece, resta fra i pali e permette a Ragusa di presentarsi solo davanti alla porta, il portiere in subito salva, poi arriva Matri a porta vuota e insacca. Il poker viene segnato al 38′ da Politano dopo percussione centrale di Defrel.

Con il recupero di tanti giocatori, ma soprattutto di Berardi (ma è tornato anche Duncan), Di Francesco sta ritrovando il suo Sassuolo. “Abbiamo incontrato qualche difficoltà all’inizio – ha detto – Forse sulle nostre incertezze iniziali ha inciso anche il cambio di modulo ma i principi di gioco sono rimasti quelli. Una partita che mi ha dato buone indicazioni. Parto da Ragusa: attacca bene la profondità e poi di Matri mi è piaciuto il suo attaccare la porta. Berardi? Illuminante nei due assist, quando ce l’hai te ne accorgi”. “Vincere era importante – ha aggiunto – e perché stiamo recuperando e perché teniamo lontano la zona che scotta. Obiettivi? Quota 40 per toglierci il pensiero e poi far crescere questa squadra per ricominciare a giocarcela alla pari con tutti”.

Il tabellino

Sassuolo-Palermo 4-1 (2-1)


Sassuolo (4-2-3-1):
Consigli; Lirola, Letschert, Acerbi, Peluso; Aquilani, Mazzitelli; Berardi (32′ st Politano), Ricci (20′ st Defrel), Ragusa; Matri (37′ st Duncan). In panchina: Pomini, Antei, Iemmello, Sensi, Pierini, Terranova, Cannavaro, Dell’Orco, Adjapong. Allenatore: Di Francesco

Palermo (3-4-2-1): Posavec; Vitiello (1′ st Morganella), Gonzalez, Goldaniga; Rispoli, Bruno Henrique, Jajalo, Pezzella; Embalo (16′ st Diamanti), Quaison (33′ st Balogh); Nestorovski. In panchina: Marson, Fulignati, Trajkovski, Silva, Gazzi, Chochev, Aleesami, Bentivegna, Lo Faso. Allenatore: Corini

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo

Reti: 8′ Quaison, 15′ pt, 21′ st Matri, 24′ pt Ragusa, 38′ st Politano
Ammoniti: Quaison, Mazzitelli, Lirola, Goldaniga
Angoli: 8-3 per il Sassuolo
Recupero: 0′: 2′

Più informazioni su