Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Brexit, la May: “Abbandoniamo l’Ue e costruiamo una Gb mondiale”

La premier britannica svela il piano del governo di Londra dopo l'addio all'Europa

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Fuori dall’Unione Europea, fuori dal mercato comune, fuori da tutto. E’ l’intenzione di Theresa May per il negoziato con la Ue che comincerà a fine marzo: una “hard Brexit”, una Brexit dura, anzi durissima.

Ha detto il premier britannico: “Non vogliamo adottare un modello già adottato da altri paesi”, ha affermato: quindi niente modello Norvegia (fuori dalla Ue ma dentro il mercato comune), modello Svizzera (una forma di associazione al mercato comune) o modello Turchia (fuori dal mercato ma dentro l’unione tariffaria doganale)”.

“In questo momento stiamo abbandonando l’Europa e pianifichiamo un vertice biennale del Commonwealth. Costruiremo una Gran Bretagna veramente mondiale”. Lo ha detto la premier britannica Theresa May in un discorso alla Lancaster House di Londra svelando il piano del governo sulla Brexit in 12 punti.

“Non vogliamo che l’Unione europea si smembri ma da parte dell’Ue è mancata la flessibilità nei confronti di Londra e i britannici se ne sono accorti”, ha detto la premier britannica svelando il piano del governo sulla Brexit, definendola “una lezione anche per l’Ue se vuole avere successo”.

Con la Brexit vogliamo una Gran Bretagna “più forte, giusta, unita e rivolta all’esterno”, ha detto May sul divorzio dall’Ue. Il primo ministro ha sottolineato che il Regno Unito vuole avere una visione sempre più globale ma rimanere allo stesso tempo “un buon amico e vicino” dell’Europa.

“La tutela dell’Unione è al cuore di ogni azione della Gran Bretagna perché soltanto uniti possiamo cogliere le opportunità che ci attendono”, ha sottolineato il premier britannico. Il Parlamento britannico voterà sull’accordo finale emerso dai negoziati sulla Brexit, ha spiegato May.

Più informazioni su