Boretto, simula furto di un trattore: denunciato

Simulazione di reato l’accusa mossa a un mantovano dai carabinieri dato che il mezzo era stato acquistato regolarmente da un borettese

BORETTO (Reggio Emilia) – Voleva tornare in possesso del trattore di famiglia e, pur essendo a conoscenza che suo padre prima di morire l’aveva regolarmente venduto, ha trovato un escamotage particolare per tornarne in possesso. Ha denunciato il furto in modo tale che, quando sarebbe stato trovato, gli sarebbe stato restituito disinteressandosi del fatto che poteva inguaiare per ricettazione colui che lo utilizzava lecitamente.

Gli è andata male: i carabinieri della stazione di Boretto, che hanno trovato il trattore denunciato rubato nella disponibilità di un borettese, hanno verificato che l’utilizzatore lo possedeva regolarmente in virtu’ del regolare acquisto fatto da un agricoltore mantovano poi deceduto. Le indagini hanno quindi rivelato che il figlio dell’agricoltore mantovano ne aveva falsamente denunciato il furto con il fine di tornarne in possesso.

Con l’accusa di simulazione di reato i carabinieri della stazione di Boretto hanno denunciato alla Procura reggiana un 50enne agricoltore mantovano.