Boretto, percorre 4mila chilometri con l’auto sequestrata

Sottrazione di cose sottoposte a sequestro e violazione di sigilli l’accusa mossa a un operaio 50enne reggiano dai carabinieri di Boretto

Più informazioni su

BORETTO (Reggio Emilia) – Girava con l’auto sprovvista della copertura assicurativa e per questo i carabinieri di Boretto, alla fine della scorsa estate, dopo averlo fermato e avergli contestato una maxi multa, gli hanno sequestrato il veicolo nominandolo custode in linea alle vigenti disposizioni di legge.

Il custode, però, pare proprio non aver ottemperato agli obblighi impostigli dalla legge dato che, come accertato dai carabinieri di Boretto, l’auto sebbene sequestrata aveva percorso, in pochi mesi, oltre 4.000 chilometri. Per questo motivo i carabinieri della stazione di Boretto hanno denunciato un 50enne domiciliato a Guastalla che dovrà rispondere dei reati di sottrazione di cose sottoposte a sequestro e violazione di sigilli.

A scoprire l’infedele custode, sono stati i carabinieri di Boretto che sottoponendo il 50enne ai dovuti controlli hanno appurato che l’auto, una Fiat Stilo, sebbene sequestrata aveva percorso oltre 4.000 km. A confermarlo oltre le dichiarazioni di amissione del diretto interessato anche il contachilometri che per l’appunto registrava un l’esubero di oltre 4.000 km rispetto ai chilometri rilevati all’atto del sequestro.

Verificato che il 50enne utilizzava regolarmente l’autovettura e che aveva violato i sigilli apposti con il sequestro amministrativo della scorsa estate, veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria competente. L’autovettura ora non potrà più utilizzarla: è stata infatti confiscata.

Più informazioni su