Appello per leggi antimafia, Mezzetti con le associazioni

L'assessore regionale: il Parlamento le approvi quanto prima

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Per dare maggiore forza ed efficacia all’importante lavoro che abbiamo svolto in Emilia-Romagna con l’approvazione del Testo unico sulla Legalita’ e alle nuove misure che stiamo adottando, e’ di fondamentale importanza che anche il Parlamento approvi quanto prima i provvedimenti sui beni e le aziende confiscate, sugli amministratori locali minacciati e intimiditi, sui testimoni di giustizia, sul contrasto alla criminalita’ nel gioco d’azzardo, sulla riforma della prescrizione nei processi e per riconoscere ufficialmente il 21 marzo come Giornata nazionale della memoria in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie”.

Queste le parole con cui l’assessore regionale alle Politiche per la legalita’ dell’Emilia-Romagna, Massimo Mezzetti, ha annunciato l’adesione della Regione all’appello che Avviso Pubblico, Libera, Legambiente e Cgil, Cisl e Uil hanno rivolto al Presidente della Repubblica, al Parlamento, ai gruppi politici e ai presidenti delle commissioni Antimafia, Giustizia e Affari costituzionali.

“Non possiamo permetterci nessuna battuta d’arresto nella nostra battaglia contro la criminalita’ organizzata”, aggiunge Mezzetti, invitando “tutti gli amministratori locali a sostenere l’appello e le forze politiche a sollecitare i propri rappresentanti parlamentari”.

Concludendo: “Mi auguro che si possa intervenire prima possibile portando a compimento l’iter di una serie di provvedimenti che sono in uno stato avanzato di discussione, scongiurando cosi’ il rischio che la fine anticipata della legislatura disperda il lavoro importante svolto sin qui”.

Più informazioni su