Vecchi: “Sistema rifugiati, bisogna cambiare le regole” video

Il primo cittadino: "Bisogna velocizzare i tempi di risposta per le domande di asilo, facilitare il loro avviamento al lavoro e investire maggiormente sui progetti di grande rilevanza sociale che facilitino l'inclusione"

REGGIO EMILIA -“C’è una proposta fatta dall’Anci (Associazione nazionale comuni italiani, ndr) al ministro degli Interni che mi auguro che possa essere attuata. In sostanza dice: accogliamo i rifugiati, ma cerchiamo di velocizzare i tempi di risposta per le domande di asilo, facilitiamo il loro avviamento al lavoro e investiamo maggiormente sui progetti di grande rilevanza sociale che facilitino l’inclusione”.

Luca Vecchi

Lo ha detto il sindaco Luca Vecchi a Reggio Sera a margine della presentazione dei dati dell’Osservatorio economico, coesione sociale e legalità della Camera di Commercio che ha illustrato il V Rapporto  sullo stato di salute della società e dell’economia reggiana. Secondo il primo cittadino “non si tratta solamente di accogliere i profughi, ma di accompagnarli in un processo di inclusione di avviamento alla cittadinanza, di diritti e di doveri”.

Conclude Vecchi: “Reggio Emilia è pronta, ma abbiamo bisogno di snellire le procedure troppo burocratiche e di un maggiore riequilibrio della distribuzione dei profughi sul piano territoriale. Ci sono Comuni ancora a quota zero, mentre Reggio ha mille rifugiati. Capisco che un piccolo Comune abbia qualche problema in più a gestire questo fenomeno rispetto a un capoluogo, ma serve un sistema di accoglienza più equo”.