Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Renzi al Quirinale per dimissioni: ipotesi di un via libera lampo alla manovra

Una fiducia 'tecnica' per l'approvazione della manovra entro venerdì. Ma arriva il No di Forza Italia. Occhi puntati sul Colle

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Matteo Renzi è salito al Quirinale per presentare le proprie dimissioni che al momento, confermano fonti concordanti, sarebbero irrevocabili. L’ipotesi maggiormente accreditata fino a questo momento è che Renzi possa restare fino all’approvazione della Legge di Bilancio da varare in Senato in tempi brevissimi, già entro venerdì. L’ipotesi, dunque, è quella di una fiducia ‘tecnica’.

Una possibilità che ha come conditio sine qua non il congelamento delle dimissioni di Matteo Renzi fino all’approvazione della legge. L’iter potrebbe anche essere ulteriormente accelerato nel caso in cui al Senato si trovi un accordo per anticipare il termine della scadenza degli emendamenti in commissione e non presentare alcuna proposta di modifica. Un simile scenario già è stato praticato nel 2011 con il governo Berlusconi.

Ma su ipotesi di questo tipo arriva il No di Forza Italia
“Le strane ipotesi che circolano su un possibile congelamento della crisi del governo Renzi, con l’approvazione accelerata della legge di bilancio grazie addirittura a cosiddette “fiducie tecniche”, sono del tutto impraticabili. Il No al Referendum è un voto di sfiducia a Renzi e alla sua attività di governo nel suo complesso”. Lo affermano in una nota congiunta i capigruppo di Forza Italia al Senato e alla Camera, Paolo Romani e Renato Brunetta.

Più informazioni su