Quantcast

Pirata della strada si pente e va dai vigili

E' un giovane di Novellara il conducente che verso Bagnolo mercoledì 28 dicembre aveva investito una 60enne in moto, allontanandosi senza prestarle soccorso

NOVELLARA (Reggio Emilia) –  Si è presentato spontaneamente presso gli uffici della Polizia Municipale della Bassa Reggiana l’automobilista che nella giornata mercoledì 28 dicembre alle ore 7,30 aveva investito una donna di 60 anni in moto, facendola cadere rovinosamente a terra, allontanandosi senza prestarle soccorso.

L’incidente è avvenuto sulla provinciale che collega Novellara a Bagnolo, nella zona industriale, all’altezza di via Labriola ed è stato volutamente tenuto nascosto agli organi di stampa dagli agenti che, attraverso la visione delle telecamere di videosorveglianza ed esaminando un pezzo dello specchietto retrovisore rimasto sul luogo dell’incidente, avevano già individuato il veicolo ed il probabile conducente il quale, come detto, ha ritenuto opportuno presentarsi autonomamente. Così facendo, ha anche evitato provvedimenti restrittivi a suo carico.

Si tratta di un giovane del posto, incensurato, che ha riferito di non essersi accorto nell’immediato di aver urtato una persona e di aver creduto di aver rovinato lo specchietto vicino ad un guard-rail. Solo nella giornata di ieri, avendo appreso dai familiari dell’incidente accaduto proprio nello stesso punto, ha ritenuto opportuno presentarsi ed assumersi le proprie responsabilità. La donna investita, anch’essa di Novellara, è stata trasportata al Pronto soccorso di Reggio Emilia, non è in pericolo di vita, ma le è stata diagnosticata una prognosi di 30 giorni, salvo complicazioni.