Padre di quattro figli ucciso da una scarica elettrica

Il brescellese Luigi Romano, 35 anni, trovato cadavere in una cabina elettrica dell'Hotel Harvest a Dosolo nel mantovano

BRESCELLO (Reggio Emilia) – Un uomo di 35 anni, Luigi Romano, è stato trovato morto stamattina nei pressi di Dosolo (Mantova) all’interno di una cabina elettrica dell’Hotel Harvest sulla strada provinciale 50, folgorato e parzialmente ustionato da una scarica di 15 mila volts.

L’uomo, che è di Lentigione di Brescello, è morto sabato sera ma il suo corpo è stato ritrovato solo stamattina. A trovarlo sarebbe stato il figlio maggiore di 14 anni, arrivato sul posto con un amico perché preoccupato per l’assenza del padre. Sul posto anche l’automedica di Oglio Po, i vigili del fuoco e le forze dell’ordine.

Pare che l’uomo, che era disoccupato, avesse problemi economici (la famiglia è composta da moglie e quattro figli. Secondo la polizia Romano sarebbe entrato nella cabina per rubare i cavi di rame presenti all’interno e ad ucciderlo è stata una scarica elettrica.