Luzzara, famiglia intossicata dal monossido di carbonio

Un ivoriano 26enne, la compagna guineana 36enne e la figlia 13enne sono rimasti intossicati, questa notte nella loro casa di via Petrarca a Luzzara

LUZZARA (Reggio Emilia) – Un ivoriano 26enne, la compagna guineana 36enne e la figlia 13enne sono rimasti intossicati, questa notte nella loro casa di via Petrarca a Luzzara, a causa di un braciere acceso messo sotto il letto per riscaldare la camera. I tre sono stati portati prima all’ospedale di Guastalla per le cure del caso e poi sono stati trasferiti all’ospedale di Fidenza per il trattamento in camera iperbarica.

E’ stata la coppia che si sentiva male a chiamare il  118. I sanitari, quando sono arrivati sul posto, hanno capito che la coppia che la figlia si erano intossicati con il monossido di carbonio e li hanno portati al pronto soccorso.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Luzzara e i vigili del fuoco che hanno verificato, appunto, che la causa dell’intossicazione era un braciere posizionato sotto il letto della camera per riscaldare l’ambiente.