I ladri “visitano” il circolo Arci di Boretto

Hanno forzato la porta ma l'allarme li ha messi in fuga. Caccia all'uomo in tutta la Bassa

BORETTO (Reggio Emilia) – E’ andata male la trasferta delittuosa degli ignoti ladri che la notte tra il 29 e il 30 dicembre hanno raggiunto l’argine del Po a Boretto, nella bassa reggiana, per compiere un furto ai danni di un circolo: l’allarme e il rapido intervento dei carabinieri della stazione di Boretto congiuntamente ai colleghi del nucleo radiomobile di Guastalla, hanno fatto desistere i malviventi che hanno preferito fuggire poco prima dell’arrivo dei carabinieri. Ne è scaturita una vera e propria caccia all’uomo tra le campagne reggiane e della limitrofa provincia di Parma, i banditi sono riusciti a fuggire ma a mani vuote.
L’origine dei fatti poco prima delle 3,00 quando ignoti ladri hanno forzato la porta del circolo Arci borettese di via Argine. L’allarme collegato ad un istituto di vigilanza privato è immediatamente scattato, e girato al 112. Questo ha consentito di sventare il furto e far iniziare subito le ricerche dei ladri nell’intera bassa reggiana e parmigiana.