Quantcast

Danneggia arredi e minaccia i genitori per avere i soldi: arrestato

Maltrattamenti in famiglia l’accusa mossa a un 27enne reggiano dai carabinieri della compagnia di Reggio

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Minacciava e maltrattava i propri genitori per ottenere i soldi necessari per soddisfare i suoi vizi. Teatro dell’assurda storia un comune della zona ceramiche dove un 27enne reggiano non ha esitato ad usare reiterate e gravi violenze psicologiche per soddisfare i suoi vizi. Il giovane ieri sera, al culmine dell’ennesimo episodio violento, è stato arrestato dai carabinieri reggiani con la accusa di maltrattamenti in famiglia.

Questa mattina, comparso davanti al tribunale di Reggio dopo la convalida dell’arresto, è stato scarcerato con la misura cautelare del divieto di avvicinamento all’abitazione dei genitori. L’ultimo episodio ieri sera alle 19 quando, dopo il rifiuti dei genitori a dargli 30 euro, è andato a su tutte le furie inveendo e minacciando i genitori. La mamma, che da tempo proprio per tali condotte viveva in una condizione di paura, ha preso il cellulare per chiamare i carabinieri non riuscendo per la reazione del figlio che le ha strappato il cellulare dalle mani.

Quindi ha preso le chiavi della macchina dei genitori, non riuscendo ad allontanarsi per l’immediato arrivo dei carabinieri nel frattempo allertati in seguito all’accesa lite in famiglia. Anche in presenza dei militari il 27enne ha continuato ad inveire contro i genitori fino a quando è stato portato alla ragione dai militari a cui ha consegnato il cellulare che aveva preso alla madre e le chiavi dell’auto dei genitori.

Alla luce di quanto accertato il 27enne è stato arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia.