Carabinieri, boom di sequestri di droga

Il bilancio 2016 dell'Arma reggiana tracciato dal comandante provinciale Buda vede la lotta al narcotraffico e allo spaccio come l'attività più rilevante

REGGIO EMILIA: Il bilancio di un anno di lavoro dei carabinieri reggiani tracciato dal comandante provinciale, colonnello Antonino Buda, vede la lotta al traffico e allo spaccio di droga come l’attività più rilevante: sequestrati in 12 mesi oltre 200 chili e circa 2.000 piante, con la novità dell’ingresso nel mercato illegale degli stupefacenti della criminalità cinese. Sempre nel corso del 2016, al 112 sono pervenute oltre 250mila telefonate con una media di 700 chiamate al giorno. Ben 1.800 gli interventi per liti in famiglia e tra vicini: una media di 5 al giorno, specchio di una elevata conflittualità sociale.

Il 2016 è stato davvero  un anno di intenso lavoro per l’Arma di Reggio Emilia il cui impegno nelle molteplici attività istituzionali di prevenzione si è concretizzato attraverso 19.477 servizi di perlustrazione (con l’impiego di 39.072 militari); 2.210 servizi di pattuglia a piedi (con l’impiego di 4.420 carabinieri); 547 servizi di Ordine Pubblico con l’impiego di 2.414 militari… Servizi che hanno portato all’identificazione di 135.828 persone e il controllo di 101.326 automezzi.

A livello repressivo, sono sono state arrestate per vari delitti 373 persone, altre 2728 sono state denunciate in stato di libertà. Ben 2.535 reati scoperti con l’identificazione dei responsabili: 2 gli omicidi e 6 i tentati omicidi; 43 rapine; 374 furti; 299 tra truffe e frodi informatiche; 119 reati di spaccio di stupefacenti e 13 estorsioni. Si segnalano anche 12 violenze sessuali.

Forte anche l’azione di contrasto al commercio abusivo ed alla contraffazione dei marchi industriali se si considerano le diverse denunce operate che hanno portato, durante l’anno, al sequestro di migliaia di pezzi di merce contraffatta tra cd musicali, dvd, cd per Play Station, occhiali, orologi, generatori elettrici di corrente, borsette e capi d’abbigliamento di prestigiose griffe.

Oltre all’attività preventiva e repressiva i Carabinieri reggiani sono stati impegnati anche in numerose attività di soccorso come dimostrano gli oltre 200 interventi per soccorso che hanno visto l’impiego di 450 militari, molti dei quali risolutivi per salvare vite umane.

Intensa anche l’attività finalizzata a garantire anche la sicurezza alla circolazione stradale: i carabinieri hanno effettuato i rilievi di 875 incidenti, con il risultato di aver denunciato 207 persone (in prevalenza per guida sotto in stato d’ebbrezza e sotto l’influenza di stupefacenti); rilevato 3158 infrazioni al codice della strada; ritirato 182 carte di circolazione per veicoli senza revisione e 277 patenti (in prevalenza per guida in stato d’ebbrezza). Ben i 223 veicoli sequestrati o sottoposti fermo amministrativo.