Ubriachi al volante: 15 patenti ritirate foto

Nei guai anche una neopatentata di 19 anni: aveva un tasso alcolemico 5 volte oltre il limite ed è fuggita al posto di blocco

REGGIO EMILIA –  Nove posti di blocco, 280 conducenti controllati e 15 patenti ritirate. Il Comando Polizia Stradale di Reggio, nella nottata appena trascorsa ha operato un’imponente operazione finalizzata al controllo del tasso alcolemico dei conducenti.  Gli agenti sono stati dislocati lungo le maggiori arterie che attraversano la nostra provincia, notoriamente percorse da giovani provenienti dai locali di intrattenimento. Obiettivo? Prevenire incidenti stradali gravi e contrastare la guida in stato alterato.

I controlli, grazie all’utilizzo delle apparecchiature, sono stati numerosi ed hanno permesso di sottoporre a prove specifiche oltre 280 conducenti di auto e motoveicoli. Anche la Croce Rossa, ha partecipato all’iniziativa, mettendo a disposizione propri volontari ed un camper, opportunamente attrezzato, per facilitare le operazioni di controllo.

Tra i 15 ubriachi sanzionati, ben 6 ragazze di giovane età.
Una, verso le ore 4.20, a bordo di una utilitaria proveniente dal centro di Reggio,  nel percorrere la via Enrico Fermi non si è nemmeno fermata all’alt. Dopo aver aumentato la propria andatura, ha poi cercato di far perdere le proprie tracce dirigendosi verso Scandiano: due pattuglie della Polizia si sono messe all’inseguimento e, dopo quasi tre chilometri, l’hanno bloccata. Alla guida dell’utilitaria una ragazza di soli 19 anni residente a Reggio Emilia che sottoposta alla prova dell’etilometro, faceva rilevare un tasso alcolemico quasi 5 volte oltre il limite consentito. La ragazza – a cui è stata immediatamente ritirata la patente di guida da pochissimi mesi conseguita -, oltre alla denuncia per guida in stato di ebbrezza è stata  sanzionata per diverse altre violazioni, tra cui la velocità eccessiva ed il mancato arresto all’alt.

Verso le ore 5.20 lungo la via del Partigiano, un’altra pattuglia ha notato una Peugeot in fase di rallentamento. Fermatolo, il conducente (un 20enne di Reggio) ha ammesso che nel procedere verso la zona dell’aeroporto di Reggio era andato ad urtare un manufatto posto sulla rotatoria all’intersezione con via Papa Giovanni XXIII. Il giovane, al termine di una nottata trascorsa in un locale, stava rientrando a casa e per le proprie condizioni psicofisiche aveva urtato il cordolo… Aveva un tasso alcolemico ben 3 volte oltre il limite consentito: anche a lui è stata immediatamente ritirata la patente per la sospensione, mentre il veicolo, a causa dei danni riportati,  è stato portato via dal soccorso stradale.

L’attività – coordinata dal comandante Fabio Polichetti – ha visto l’impiego di personale del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio  nonché dei Distaccamenti di Guastalla e Castenovo Monti. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni.