Quantcast

Scoperto giro di permessi di soggiorno greci contraffatti

In questo modo i georgiani, specializzati nei furti in appartamento, anche se clandestini, riuscivano a muoversi in tutta l’area Schengen

REGGIO EMILIA – La nostra città era il centro di falsificazione di un giro internazionale di permessi di soggiorno greci contraffatti. A scoprirlo la squadra mobile della questura che ha scoperto, incollati nei passaporti di due cittadini georgiani, tre documenti originali, provenienti da uno stock di permessi in bianco rubati in Grecia nel 2012 e poi falsificati.

Uno dei georgiani è stato arrestato in città ed è comparso questa mattina in Tribunale per essere giudicato con rito direttissimo, per passaporto contraffatto e permesso di soggiorno falso.

Anche l’Interpol si è interessata alle indagini. I permessi contraffatti sono allegati a passaporti appartentemente originali. In questo modo i georgiani, specializzati nei furti in appartamento, anche se clandestini, riescono a muoversi in tutta l’area Schengen.