Scippata del portatile in pieno centro. “Dentro c’è la mia vita”

Ciclista aggredita da un malvivente in zona via Paestro. Indagini dei Carabinieri

REGGIO EMILIA – Una brutta disavventura quella capitata ieri sera a una 27enne reggiana rimasta vittima di un furto compiuto da un malvivente che si è dato alla fuga a bordo di una bicicletta.

E’ accaduto ieri sera poco dopo le 23 a Reggio. La donna si trovava alla guida di una bicicletta intenta a percorrere Via Palestro quando giunta all’altezza dell’intersezione con Via Cassoli è stato avvicinato da uno sconosciuto, probabilmente straniero, che in sella ad una bicicletta ha spinto la vittima con l’intento di farla cadere a terra. Non riuscendo nell’intento il malvivente (descritto come un mulatto, con capelli ricci e crespi, indossante un bomber scuro) è riuscito comunque a sfilare dal portapacchi posteriori della bicicletta in uso alla vittima una borsa contenente un computer portatile, alcuni hard disk esterni ed effetti personali della donna, per poi dileguarsi in sella alla bicicletta per le vie limitrofe.

Quindi l’allarme al 112 con i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Reggio che, intervenuti sul posto, raccoglievano la denuncia avviando nell’intero capoluogo reggiano la caccia al malvivente riuscito a dileguarsi. La donna è disperata perché nel computer custodiva “i ricordi di una vita” e documenti di una importante ricerca che sta svolgendo per l’Università di Parma.