Furbetti dei permessi, pizzicati quattro falsi invalidi

Controlli, il Comune rivela: in un caso il vero titolare era un invalido deceduto

REGGIO EMILIA – Prosegue a Reggio città l’attività di contrasto all’abuso nell’utilizzo dei permessi per disabili, che ha permesso di rilevare di recente quattro casi significativi.

In due occasioni, gli automobilisti “furbetti” sanzionati dalla Polizia Municipale – pur avendo auto abbinate ad un permesso vero – esponevano una fotocopia a colori dello stesso. Questa pessima prassi consente a più auto, indipendentemente dalla presenza della persona avente diritto, di poter sostare sugli stalli riservati ed è vietata dal Codice della strada.

Altri due casi sono ancora più gravi. Nel primo, un’auto utilizzava il permesso di una persona che, al momento della sanzione, era assistita presso una struttura in un altro luogo della città, che per altro aveva raggiunto utilizzando i servizi di accompagnamento del Comune. Nel secondo, ancor più grave, il titolare del permesso usato era deceduto da mesi.

Questa azione di contrasto ha lo scopo di ridurre al minimo gli abusi e di favorire l’utilizzo del permesso, un’opportunità importante, da parte delle persone che ne hanno un reale bisogno.