Massaggi e prostitute, chiusi due centri

Sale così a venti il numero degli esercizi sottoposti a sequestro da marzo 2015 ad oggi dalla sola Questura

REGGIO EMILIA – Due nuovi centri-massaggi dove veniva esercitata la prostituzione sono stati chiusi dalla polizia nelle scorse ore. L’intervento è partito dalle segnalazioni dei cittadini, stanchi del via vai dei clienti.

Sale così a venti il numero dei centri massaggi sottoposti a sequestro da marzo 2015 ad oggi dalla sola Questura di Reggio.

Il primo sequestro è stato operato in via Plauto nr. 1/A ove è stato sottoposto a sequestro il centro denominato  “Estetica e Massaggi K2”. Il secondo sequestro è stato operato in via Gramsci n. 104 ove è stato sottoposto a sequestro il centro denominato“ Tuina Vinas di Yang Hua ”. In entrambi gli eserizi il personale operante ha accertato l’esercizio di attività di prostituzione abitualmente tollerata dal personale operante e dal titolare, formale, dei centri. Entrambi i sequestri sono stati convalidati dal giudice delle indagini preliminari, che ha disposto il mantenimento dei sigilli.

L’operazione di chisura di esercizi pubblici ove viene abitualmente tollerato l’esercizio della prostituzione è stata fortemente voluta dal questore Fusiello per bonificare dalla illegalità, manifesta, aree della città e della provincia.