Escursionista muore a 54 anni in montagna foto

Serenella Guerrera è collassata a poca distanza dal rifugio di Pratizzano davanti al compagno e a numerosi gitanti. Mistero sulle cause

VENTASSO (Reggio Emilia) – Tragedia al rifugio montano di Pratizzano. Una escursionista di 54 anni è all’improvviso crollata a terra ed morta davanti al suo compagno e ai gitanti. E’ avvenuto poco prima dell’ora di pranzo, domenica. Inutili i tentativi di rianimarla.

La donna si chiamava Serenella Guerrera, era  dipendente Ausl e abitava a Reggio città. Era una appassionata della montagna e non aveva mai manifestato problemi di salute. Oltre al compagno, lascia due figlie trentenni – Chiara e Letizia – ed il fratello Marcello.

La Guerrera e il compagno, domenica, avevano parcheggiato l’auto a valle del rifugio e intendevano fare una passeggiata insieme al loro cane in pineta. Percorso meno di un chilometro, alle porte del rifugio, la donna è collassata. Le urla del partner hanno fatto accorrere numerose persone che hanno subito dato l’allarme al 118. Inutile anche il massaggio cardiaco praticato immeditamente.

Rapidamente al rifugio è arrivato il Soccorso Alpino, poi l’ambulanza della Croce Verde di Busana e l’elisoccorso da Pavullo. I sanitari hanno tentato di rianimare la donna ma alla fine si sono arresi e hanno dichiarato il decesso attorno alle 13,30. Sul posto anche i carabinieri.

Sarà l’eventuale autopsia a stabilire le cause del decesso; i medici ipotizzano possa essersi trattato di un aneurisma. Il corpoora si trova all’obitorio di Coviolo, a disposizione dell’autorità giudiziaria.