Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Elezioni Usa, Trump è presidente: “Unirò l’America”

I mercati crollano. Il candidato Repubblicano supera la quota dei i 270 grandi elettori necessari per diventare presidente. Flop della Clinton

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Voto shock negli Stati Uniti, sovvertendo tutti i pronostici della vigilia, Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti. Flop di Hillary Clinton che lo chiama e gli concede la vittoria. La vittoria del candodato Repubblicano spaventa i mercati. Ma il tycoon lancia messaggi rassicuranti. “Sarò il presidente di tutti gli americani”, ha promesso Trump.  ”Cercheremo alleanze, non conflitti, nel mondo”, dice ancora Trump, sottolineando che gli Stati Uniti “andranno d’accordo con tutti coloro che vorranno andare d’accordo con noi”.

”E’ una notte storica. Gli americani hanno parlato, e hanno eletto il loro campione”, ha detto Mike Pence, il candidato alla vice presidenza di Trump, salendo sul palco allestito all’Hilton con la sua famiglia. Agli antipodi l’atmosfera tra i fan di Clinton, che hanno lasciato il Javits Center tra le lacrime. “Andate a casa, non avremo niente da dire stasera”, dice John Podesta, il manager della campagna di Hillary Clinton, intervenendo al Javits Center.

Al termine dell’election day, i repubblicani mantengono inoltre il controllo di Camera e Senato al Congresso. Massachusetts e California hanno dato il via libera alla legalizzazione della marijuana per uso ricreativo, mentre il Nebraska ha votato per ripristinare la pena di morte. Nella notte si era fatto sentire anche il presidente uscente Barack Obama: “Non importa cosa accadrà, il sole sorgerà al mattino e l’America rimarrà ancora la più grande nazione al mondo”, ha detto in un video pubblicato da Buzzfeed su Twitter esortando gli americani a rimanere uniti.

E mentre Trump avanzava verso la Casa Bianca, i mercati mondiali sono crollati. E non si sono fatte attendere le prime reazioni dal mondo. L’Ufficio presidenziale sudcoreano ha convocato una seduta del Consiglio sulla sicurezza nazionale per discutere “il potenziale impatto delle elezioni presidenziali” Usa, riferisce l’agenzia Yonhap, in merito alla stretta attenzione sul voto Usa per gli effetti che ci sarebbero potuti essere in Asia a seconda del candidato vincente.

Donald Trump è stato visto da Seul con sospetto per l’approccio “non convenzionale” dichiarato verso la Corea del Nord, a differenza della continuità offerta da Hillary Clinton. “Congratulazioni al nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump e al popolo americano, libero!”, ha scritto su Twitter Marine Le Pen quando ancora non era arrivato l’annuncio ufficiale della vittoria del candidato repubblicano.

Più informazioni su