Brevini “sposa” Dana Incorporated

Raggiunto un accordo per la vendita di 80% dei suoi business Power Transmission e Fluid Power: nasce un nuovo protagonista nel mercato mondiale grazie a tecnologie complementari

REGGIO EMILIA – Brevini Group spa e Dana Incorporated hanno siglato in data odierna un accordo per l’acquisto da parte di Dana dell’80% dei business Brevini Power Transmission e Fluid Power. Grazie a questo accordo, Brevini avrà accesso a nuovi segmenti e a nuove aree geografiche, aumentando significativamente le opportunità di diffusione dei propri prodotti sul mercato globale.

“I settori industriali in cui Brevini svolge la propria attività stanno attraversando un momento di forte cambiamento. La combinazione delle organizzazioni Brevini e Dana creerà un formidabile nuovo protagonista in questo mercato così dinamico” dice Renato Brevini, presidente di Brevini Group spa. “I clienti e dipendenti di Brevini troveranno una risposta ideale in Dana, un’azienda che offre valore vero grazie a impegno e innovazione. L’eccellenza operativa, la portata globale, la competenza del settore e il profilo di fornitore di primo livello di Dana rafforzeranno la posizione dei nostri prodotti e la loro penetrazione nel mercato. Questa importante collaborazione segna un cambio di passo nella nostra storia” conclude Brevini, “ed è il culmine del processo di rinnovamento “One Brevini”, che rappresenta la continuità fra il passato e la voglia di nuovi successi nel futuro”.

L’accordo prevede che Dana acquisti inizialmente l’80% delle quote di Brevini Power Transmission e di Brevini Fluid Power, con l’opzione di acquisto per il rimanente 20% delle quote entro il 2020. L’acquisizione è soggetta all’approvazione degli enti regolamentari preposti e la sua conclusione è prevista entro il primo trimestre 2017. Brevini nell’operazione è stata assistita dallo studio legale Sutich Barbieri Sutich di Reggio Emilia.

“Ammiriamo da sempre gli eccezionali prodotti Brevini, l’attenzione dedicata al cliente e la cultura dell’azienda” ha dichiarato James Kamsickas, presidente e ceo di Dana. “Sono queste le motivazioni che ci hanno spinto a pianificare l’acquisizione”. Il portafoglio di tecnologie Brevini aumenterà “del 33% il numero di brevetti, rilasciati e in fase di rilascio, nel settore off-highway di Dana, permettendoci di offrire ai clienti una linea completa di sistemi di trasporto”.

Brevini, con quartier generale a Reggio , ha circa 2300 dipendenti nel mondo e svolge la sua attività grazie a unità produttive in Italia, Germania e Cina e al vasto network di oltre 30 filiali commerciali che assicurano al cliente una prossimità geografica globale. L’azienda riporta per il 2015 un fatturato aggregato pro-forma dei business Power Transmission Fluid Power di circa 388 milioni di Euro.

Dana (fondata nel 1904 in Ohio) è un leader mondiale nella fornitura di tecnologie altamente ingegnerizzate per trasmissioni, di tenuta e di gestione termica che migliorano l’efficienza e la prestazione dei veicoli sia con propulsione tradizionale sia con energia alternativa.  Serve i tre mercati principali – veicoli passeggeri, autocarri commerciali e attrezzature per off-highway – con una rete di quasi 100 strutture di ingegneria, di produzione e di distribuzione.  Dà impiego ad oltre 23.000 persone in 25 paesi su sei continenti. Nel 2015 Dana ha prodotto vendite per quasi 6,1 miliardi di dollari. Forbes Magazine ha di nuovo scelto Dana come una delle “100 Società più Affidabili dell’America”.

Grazie a questa acquisizione Dana sarà l’unico provider di soluzioni off-highway in grado di gestire l’energia necessaria sia a mobilitare l’attrezzatura che a eseguirne le operazioni fondamentali. Acquisisce anche le tecnologie per i veicoli cingolati, raddoppiando il mercato di riferimento per i sistemi di trasmissione off-highway.