Bilancio Correggio, continua la bagarre

Encor: in attesa della pronuncia della Corte dei Conti sul bilancio comunale, il Pd ribadisce di agire nella massima trasparenza e respinge le accuse della minoranza

CORREGGIO (Reggio Emilia) – “Useremo tutti giorni che la Corte dei Conti ci ha messo a disposizione per dimostrare la correttezza della nostra proposta di bilancio, che è l’unica che permette di mantenere i servizi, di tutelare tutti i posti di lavoro e di non alzare le tasse”. Lo scrivono i consiglieri comunali del Pd di Correggio, definendo “toni francamenti inaccettabili” quelli del Gruppo Consiliare “Sì tu Sì” dai toni francamenti inaccettabili… “Fatichiamo – aggiungono – a sopportare strumentali prese di posizione o allusioni continue, che potremmo semmai tollerare da chi non conosce la problematica Encor, ma da chi invece fin dall’inizio dell’attuale consiliatura è stato sistematicamente informato da parte di Sindaco e Giunta di ogni novità, di ogni ipotesi in campo, comprese le tante riflessioni fatte insieme nelle tante Commissioni francamente avvilisce”.

Secondo i consiglieri Pd la minoranza può certamente esprimere opinioni anche polemiche sull’operato dell’Amministrazione, ma adesso in modo “intollerabile” sta “mistificando la realtà creando ad arte un clima di sospetto o peggio, lanciando continue accuse di mancata trasparenza”. E per questo ancora una volta viene sottolineato che “non esiste una sola informazione di cui la maggioranza sia stata messa al corrente che non sia stata fornita anche all’opposizione. Partendo dalle sentenze, dai ricorsi, dalle opposizioni, dalle note integrative, fino alla Delibera della Corte”.

Per questo vengono rispedite al mittente le accuse di  “negazione del confronto” e quelle mosse al Presidente del Consiglio Comunale, “reo di aver fatto rispettare le regole”. La lista d’opposizione, a sua volta, viene accusata di “dipingere sempre tutto negativamente pensando in questo modo di accattivarsi qualche ipotetico futuro voto”, quando invece per il Pd il rispetto dei cittadini si ottiene “dicendo le cose come stanno: che la situazione è complicata e che la stiamo gestendo con la massima attenzione e responsabilità, non fosse altro perché la maggioranza dei cittadini ha dimostrato di fidarsi di noi”.

In attesa della pronuncia della Corte dei Conti il gruppo del Pd auspica che la Magistratura indaghi a fondo per fare emergere ogni aspetto della vicenda Encor “comprese le eventuali responsabilità e sarà nostra cura agire nei confronti dei soggetti interessati”.