Attaccante Arcetana segna un gol, ma era già stato espulso

L'incredibile episodio domenica scorsa nella partita con il Campagnola. Luca Leonardi pareggia a un minuto dal termine, ma era stato ammonito due volte. L'arbitro non se n'è accorto

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – Segna il gol del pareggio, ma era già stato espulso. L’incredibile episodio, secondo quanto racconta Il Resto del Carlino, è accaduto domenica scorsa durante la partita fra Campagnola e Arcetana valevole per il campionato di promozione.

Si giocava a Campagnola. I padroni di casa dopo sei minuti erano giù sul 2-0. Poi l’Arcetana si riprende e, su rigore, segna il 2-1. Nel corso dell’incontro viene ammonito Luca Leonardi, attaccante, calciatore dell’Arcetana che, al 43′ del secondo tempo viene di nuovo ammonito per la seconda volta. Espulsione, direte voi.

No, perché l’arbitro bolognese Boschi non si ricorda della sanzione precedente e nessuno pensa di farglielo notare. Così il buon Leonardi resta in campo e trova perfino il tempo, al 44′, di segnare la rete del pareggio. L’arbitro, poi, negli spogliatoi, ammetterà l’errore e ora il Campagnola farà ricorso, ma il gol segnato dal giocatore espulso entra, a tutti gli effetti, negli annali del calcio reggiano.