Parcheggia con pass del parente su stallo disabili: multato

Pizzicato dalla polizia municipale con una telefonata al vero possessore del tagliando

REGGIO EMILIA – Ha parcheggiato nel posto riservato ai disabili, utilizzando il permesso di un suo familiare. E’ stato scoperto e multato, perdendo pure i punti sulla patente. L’episodio, avvenuto a Reggio Emilia sabato scorso, e’ una delle situazioni che le nuove disposizioni in materia di accesso al centro storico della giunta comunale intendono fermare.

Un accertatore della sosta ha individuato in piazza Vallisneri un’auto il cui conducente non sembrava affatto essere titolare di un permesso per disabili. L’accertatore, che non ha competenza in materia, ha quindi contattato la Polizia municipale. I vigili, hanno telefonato al vero titolare del tagliando, che era a grande distanza dall’auto, e cosi’ si e’ capito che il conducente era un famigliare e che dunque l’automobilista aveva parcheggiato sulle strisce gialle, senza averne diritto.

Ecco perche’ gli e’ stato immediatamente contestato l’uso improprio del permesso, con relativa decurtazione dei punti sulla patente. L’auto e’ stata rimossa e il conducente ha pagato l’intervento del carro-attrezzi. Sulla vicenda interviene l’assessore alla Mobilita’ Mirko Tutino che spiega: “Il tema dell’accessibilita’ del centro ai disabili e’ stato affrontato anche nel tavolo dedicato alla mobilita” del progetto ”Reggio Emilia citta’ senza barriere” e tutti siamo arrivati alla conclusione che chi utilizza impropriamente il permesso di transito e sosta di un proprio famigliare o conoscente disabile, vanifica gli sforzi che in tanti stanno facendo per rendere sempre piu” accessibile la nostra citta’”.

Per questo “si intensifichera’ l’attivita’ di controllo con l’obiettivo di ridurre al minimo l’uso improprio di un permesso, che ha e deve avere un’utilita’ sociale” (fonte Dire).