Quantcast

La distrazione costa un milione di euro al Comune di Reggio

L'ente transa 950mila euro più Iva (con una compensazione di 625mila euro per omessi versamenti Imu) per essersi dimenticato di molte auto e ciclomotori rimaste, in vari periodi, nel piazzale della Autofficina Corradini dal 1990 al 2012

REGGIO EMILIA – La distrazione costa cara al Comune di Reggio che transa per 950mila euro più Iva (con una compensazione di 625mila euro per omessi versamenti Imu) un contenzioso con l’Autofficina Corradini concessionaria del servizio di rimozione e custodia di ciclomotori e auto in sosta vietata e abbandonati sul suolo pubblico. L’ente pubblico, secondo quanto afferma Corradini, si sarebbe dimenticato di molti mezzi che, per anni, sono rimasti parcheggiati nel piazzale dell’azienda e, alla fine, il conto presentato è stato piuttosto salato.

Il credito in contestazione era molto elevato ed ammontava, secondo l’azienda, a 2 milioni e 710mila euro, una cifra che si sarebbe accumulata dal 1990 al 2012. L’ente pubblico, in seguito a una diffida stragiudiziale del 27 dicembre del 2012 inviata dall’Autofficina Corradini, ha fatto presente che “in passato aveva proceduto alla liquidazione di acconti e corrispettivi in relazione a veicoli in situazione similare e per corrispettivi derivanti dai medesimi contratti”.

Aveva fatto altresì presente che molti dei mezzi erano stati venduti da Corradini “a prezzo tale da configurare la compensazione della custodia” e aveva richiesto la restituzione della somma già pagata pari a 300mila euro. Sul punto è nato un contenzioso in seguito al quale, dopo ben sei giudizi davanti al giudice di pace, secondo quanto scrive il Comune “si poteva presumere la fondatezza della pretesa dell’autofficina Corradini”.

Di fronte a questa situazione l’ente ha definito il contenzioso, mediante accordo transattivo, con il versamento della somma di 950mila euro più Iva a Corradini. Tuttavia, dato che la società Corradini si è accollata una serie di omessi versamenti Imu per società controllate del valore complessivo di 625mila euro, la cifra effettiva che il Comune verserà, vista la compensazione, sarà di circa 325mila euro.

Nel nuovo bando di gara per la rimozione e custodia di ciclomotori e auto in sosta vietata e abbandonati sul suolo pubblico, vinto dalla Autofficina Corradini, il Comune è corso ai ripari e ha inserito una clausola per cui non pagherà più per la custodia di questi mezzi.