Quantcast

Iren, tavola rotonda sulla sostenibilità

Le performance economiche, ambientali e sociali del Gruppo

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Il rispetto e la tutela del territorio, l’efficienza energetica, la salvaguardia ambientale, il dialogo costante con le comunità sono parte dell’identità aziendale e i valori alla base delle strategie del Gruppo Iren: è quanto emerso nel corso della tavola rotonda promossa da Iren dal titolo “La Responsabilità Sociale per la dignità delle Persone e la tutela dell’Ambiente”.

A discutere delle strategie e delle azioni di responsabilità sociale del Gruppo Iren, nella sala del Capitano dell’Hotel Posta, il presidente Iren Paolo Peveraro, il vicepresidente Iren Ettore Rocchi, il presidente del comitato territoriale di Reggio Emilia Rosanna Bacci  e il professore di politica agraria internazionale e comparata presso l’università di Bologna Andrea Segrè. Moderatore dell’incontro, il conduttore televisivo Patrizio Roversi.

Si è parlato di tutti i temi che coinvolgono la vita del Gruppo Iren, dal  servizio idrico integrato attraverso cui l’azienda fornisce l’acqua a 2,6 milioni di persone in 200 Comuni, (circa 530.000 abitanti in provincia di Reggio Emilia) e gestisce una rete di acquedotto di oltre 16.500 km (più di 4.900 nel territorio reggiano), alla  gestione rifiuti dove Iren ogni giorno serve un bacino di oltre 2.000.000 di abitanti in 120 Comuni e nel 2015 ha raccolto in modo differenziato il 56,7% dei rifiuti (su una media italiana del 45,2%). Grazie all’estensione delle raccolte domiciliari dei rifiuti, il territorio reggiano si attesta al 65,8% di raccolta differenziata, incrementando di 1,2 punti percentuali il risultato del 2014.

Tra i temi affrontati anche le  energie rinnovabili e il risparmio energetico: Iren vanta un bilancio ambientale estremamente positivo con 2,1 milioni di tonnellate di CO2 evitate (+ 17% rispetto al 2014) e oltre 660.000 Tep risparmiate grazie all’impiego di fonti pulite e delle migliori tecnologie disponibili.

Nell’ambito della responsabilità sociale Iren è una delle aziende più importanti in termini occupazionali. Sono 6.136 i dipendenti Iren, il 99% a tempo indeterminato. A Reggio Emilia sono impiegati 793 dipendenti (il 13% del Gruppo) e, tra i 196 nuovi assunti nel 2015, 20 sono della provincia di Reggio Emilia. Per sostenere lo sviluppo delle comunità locali, nel 2015 sono stati erogati 6 milioni di euro per circa 200 progetti a favore dell’innovazione, dello sport, dell’ambiente e della cultura e il piano Industriale del Gruppo al 2020 conferma scelte di attenzione alle comunità locali.

Particolare attenzione è rivolta al mondo scolastico. Attraverso il progetto Edu.Iren il Gruppo mette a disposizione un catalogo di proposte formative gratuite, materiali didattici e progetti sui temi della sostenibilità, dell’acqua, dell’energia e dell’ambiente. Nell’anno scolastico 2014/2015 le visite guidate, i laboratori didattici, le lezioni in classe, i giochi educativi e le altre proposte del catalogo Edu.Iren hanno visto la partecipazione di oltre 51.000 studenti e di 400 scuole. A Reggio Emilia in particolare nel 2015 i contatti sono aumentati da 27.442 a 40.262.

Anche a Reggio Emilia inoltre è in corso l’esperienza dei Comitati territoriali, presenti in tutte le 5 province in cui Iren opera. Ad oggi, i 5 Comitati Territoriali del Gruppo hanno in cantiere 27 progetti e 5 sono già stati realizzati. Il Comitato di Reggio Emilia ha lavorato e sta lavorando su importanti iniziative che producono positive ricadute territoriali. Tutti i cittadini, grazie alla piattaforma Iren Collabora (www.irencollabora.it) possono suggerire ai Comitati idee e progetti per la sostenibilità del territorio.

Più informazioni su