Gattatico, attrezzi da meccanico rubati: fratelli denunciati

Un 32enne e un 34enne incensurati sono finiti nei guai per ricettazione: nella loro officina utensili rubati a un loro collega di Gattatico

GATTATICO (Reggio Emilia) – I carabinieri di Gattatico hanno recuperato ieri mattina costose attrezzature per meccanico rubate che erano utilizzate da un’officina meccanica gestita da due insospettabili fratelli di 32 e 34 anni, entrambi residenti a Reggio, che sono stati denunciati per concorso in ricettazione.

All’interno della loro officina i carabinieri di Gattatico, nel corso di una perquisizione disposta dalla Procura reggiana, hanno trovato attrezzi e macchinari per meccanico del valore di oltre 10.000 euro che erano stati rubati lo scorso mese di febbraio all’interno di un’officina di Gattatico.

Il furto risale alla sera del 28 febbraio quando i ladri, dopo aver forzato una porta laterale, sono entrati in un’officina meccanica Via Vivaldi di Gattatico rubando costose attrezzature per un danno di alcune decine di migliaia di euro. Un maxi furto che mise in ginocchio l’attività del derubato che presentò denuncia ai carabinieri di Gattatico che hanno svolto le indagini.

I militari sono risaliti a due fratelli insospettabili, incensurati, che di lavoro fanno i meccanici. Ieri mattina è stata eseguita una perquisizione dai carabinieri all’interno della loro attività. Sono stati trovati attrezzi meccanici che appartenevano all’officina derubata lo scorso 28 febbraio. Le attrezzature recuperate sono quindi state restituite al derubato, mentre i due meccanici sono stati denunciati per ricettazione.

Le indagini non sono finite dato che i carabinieri vogliono risalire alla filiera del riciclaggio partendo dall’identificazione dei responsabili del furto per poi risalire ad altri compiacenti meccanici ricettatori che hanno acquistato la refurtiva ancora mancante.