Cresce l’export in Germania: la meccatronica punta al rialzo

Il mercato teutonico nel 2015 ha assorbito prodotti reggiani per un valore pari a con 1,274 miliardi di euro. Incontri d'affari con operatori tedeschi programmati dalla Camera di Commercio per il prossimo 5 ottobre

REGGIO EMILIA – A pochi giorni di distanza dal confronto delle imprese agroalimentari reggiane con i mercati di Usa e Canada, un altro settore d’eccellenza dell’economia reggiana, la meccatronica, guarda alle possibilità di incremento delle relazioni con l’estero, ed in particolare con quel mercato tedesco che, da solo, nel 2015 ha assorbito prodotti reggiani per un valore pari a con 1,274 miliardi di euro su un totale esportato appena al di sotto dei 9,3 miliardi.

Il buon andamento della domanda dalla Germania è confermato, peraltro, anche nel primo semestre 2016, che ha fatto registrare un aumento del 3,4%, percentuale analoga a quella registrata, a saldo, nel 2015. E’ dunque in questo contesto favorevole che si innestano gli incontri d’affari programmati dalla Camera di Commercio per il prossimo 5 ottobre nella sede di Palazzo Scaruffi, che avranno per protagonisti operatori commerciali tedeschi e imprese reggiane e modenesi della meccatronica e subfornitura.

Ad aprire i lavori, alle 9, sarà il presidente della Camera di Commercio, Stefano Landi, cui seguiranno gli interventi – dedicati all’approccio del mercato tedesco per le aziende del settore – di Ronny Seifert e Lisa Immensack, rispettivamente della Camera di Commercio italiana per la Germania e dell’Associazione nazionale tedesca dei responsabili di gestione di materiali, acquisti e logistica.

Alle 11 è poi previsto l’avvio dei b2b – organizzati in collaborazione con Promec, l’Azienda speciale della Camera di Commercio di Modena – che vedranno in scena le imprese locali e i buyer tedeschi.