Quantcast

Correggio, clonavano le carte carburante: sei denunce

Un'azienda reggiana si era vista il conto corrente "alleggerito" di circa 10.000 euro

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Clonavano le carte carburante di aziende di autotrasporto e poi le utilizzavano ai distributori di benzina per fare il pieno. I carabinieri della stazione di Correggio, con una indagine supportata anche dalle immagini dei sistemi di videosorveglianza dei distributori, sono risaliti ai componenti di una banda di matrice moldavo-albanese con base operativa a Reggio Emilia.

Con l’accusa di concorso di uso fraudolento di carte di pagamento i carabinieri della stazione di Correggio hanno denunciato alla procura reggiana 5 moldavi poco più che ventenni e un albanese 30enne, tutti residenti a Reggio Emilia.

Un’azienda reggiana si era vista il conto corrente “alleggerito” di circa 10.000 euro per numerosi rifornimenti di benzina avvenuti mediante l’utilizzo di carte carburanti in suo alla sua azienda. Il titolare dell’azienda aveva presentato denuncia e da lì erano partite le indagini.