Casina, pugni e schiaffi alla moglie: finisce in carcere

Un 45enne calabrese, condannato in via definitiva a sei mesi per i reati di maltrattamenti in famiglia, è stato arrestato giovedì pomeriggio dai carabinieri di Casina

CASINA (Reggio Emilia) – Un 45enne calabrese, condannato in via definitiva a sei mesi per i reati di maltrattamenti in famiglia, è stato arrestato giovedì pomeriggio dai carabinieri di Casina. L’uomo, che ha precedenti penali, si è reso responsabile di vessazioni psicologiche, insulti, piatti lanciati all’indirizzo della moglie colpita anche con pugni e schiaffi.

Le violenze risalgono al 2012 con il calabrese che, dopo quindici anni di matrimonio, era diventato improvvisamente aggressivo nei confronti della donna, una 40enne, che senza alcun apparente motivo era divenuta oggetto di gratuite violenze. Le offese e successivamente le minacce si sono presto trasformate in aggressioni fisiche con l’uomo che in più’ occasioni ha usato violenza nei confronti della moglie.

La donna ha sporto denuncia ai carabinieri di Casina. Quindi l’iter processuale al termine del quale il 45enne originario di Cutro è stato condannato alla pena di sei mesi di reclusione per il reato di maltrattamenti in famiglia. La sentenza è divenuta esecutiva e i carabinieri di Casina sono andati a casa dell’uomo e lo hanno portato in carcere.