Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Attentato a Gerusalemme, due morti: assalitore ucciso

e vittime sono un'anziana e un uomo. L'attacco è avvenuto lungo il percorso della metropolitana leggera. L'assalitore ha lanciato tre attacchi da un'auto in corsa e ha tentato la fuga, ma è stato ucciso dalla polizia

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un attentato compiuto da un palestinese armato è avvenuto a Gerusalemme, lungo il percorso della ferrovia leggera: due persone, una anziana e un uomo, sono morte dopo il ricovero in ospedale.  Una portavoce della polizia di Gerusalemme ha precisato che l’assalitore ha aperto il fuoco nelle vicinanze del Comando centrale della polizia israeliana nella ‘Ammunition Hill’, e ha ferito alcune persone in attesa alla fermata della ferrovia leggera. L’assalitore ha proseguito la sua corsa e ha raggiunto il vicino rione palestinese di Sheikh Jarrah, dove è stato intercettato e colpito da agenti della polizia israeliana.

“Il terrorista che ha aperto il fuoco è stato colpito e ucciso”. E’ il tweet del portavoce della polizia di Gerusalemme sull’attacco di stamane. “Abbiamo elevato le misure di sicurezza in città”, ha aggiunto. L’assalitore, secondo la polizia, si è spostato in auto e ha aperto il fuoco in rapida successione in tre punti diversi: prima ad una fermata della ferrovia leggera; poi contro una automobilista sorpresa in un incrocio stradale ed infine contro agenti della polizia israeliana nel rione di Sheikh Jarah (Gerusalemme est). Secondo i media, due donne e un agente israeliano sono in gravi condizioni mentre altri israeliani sono rimasti feriti in maniera superficiale.

Messaggio attentatore Gerusalemme: “Fate come me”
Un messaggio di implicito addio registrato da Misbah Abu Sbeih – l’uomo indicato dai media palestinesi come l’autore dell’attentato di Gerusalemme – è stato trasmesso a Gaza dalla emittente di Hamas, la tv al-Aqsa. L’uomo conferma di essere un attivista del Morabitun, un gruppo islamico legato alla massima fedelta’ nei confronti di Gerusalemme e della Moschea al-Aqsa, ed esorta tutti i fedeli musulmani a seguire il suo esempio.

Un volantino distribuito da Hamas in Cisgiordania lo definisce con deferenza ”il leone di Gerusalemme”, per il suo impegno nella difesa della moschea al-Aqsa, ma non precisa se fosse inquadrato o meno anche in Hamas.

La Farnesina condanna il “vile attentato” a Gerusalemme
La Farnesina “condanna il vile attentato” a Gerusalemme, dove hanno perso la vita due persone. “Preoccupa – si legge in un tweet – la ripresa della violenza durante le festività ebraiche”. Siamo “vicini alle famiglie delle vittime israeliane”.

Più informazioni su