Vetto, proposta di acquisto del gruppo Rondine per la Sadon

Il Cda del gruppo di Rubiera ha deliberato il 16 settembre di presentare una proposta irrevocabile di acquisto alla procedura fallimentare ex Sadon

Più informazioni su

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) – Il sindaco di Vetto Fabio Ruffini e il sindaco di Castenovo Monti e presidente dell’Unione dei Comuni dell’Appennino reggiano, Enrico Bini, intervengono sui più recenti sviluppi riguardanti lo stabilimento ceramico Sadon di Vetto, un polo produttivo e occupazionale di grande importanza per il territorio montano.

“Esprimiamo grande soddisfazione – affermano i due sindaci – avendo avuto notizia della decisione assunta dal consiglio di amministrazione della Rondine S.p.A che, con un’azione di grande responsabilità, ha deliberato in data 16 settembre di presentare una proposta irrevocabile di acquisto alla procedura fallimentare ex Sadon, finalizzata all’acquisizione a titolo definitivo del relativo ramo aziendale, garantendo in tal modo la conservazione dei 90 posti di lavoro attualmente impiegati nello stabilimento di Vetto”.

Aggiunge Bini: “Questa decisione, che permette di superare una situazione di incertezza sulla stabilità occupazionale in una zona montana estremamente vulnerabile sotto tale aspetto, era invocata da anni a gran voce da amministrazioni locali e forze sociali, e si configura come il completamento di un progetto industriale, iniziato nel 2010, che rappresenta un grande valore per l’economia del territorio montano e per l’intera provincia”.

Più informazioni su