San Polo, iPhone rubato: tre giovani denunciati

Incastrati grazie ai riscontri sui social: tre giovani parmigiani nei guai per furto aggravato e ricettazione

SAN POLO (Reggio Emilia) – Un diciannovenne di Parma è stato denunciato per furto aggravato e due ventenni, di Montechiarugolo e Parma, per ricettazione, dopo tre mesi di indagini da parte dei carabinieri di San Polo relativamente a un iPhone 6 che era stato rubato all’esterno di un locale a una studentessa 16enne. Lo scippatore l’aveva usato per un mese prima di venderlo ai due ventenni.

I fatti risalgono al 24 marzo scorso quando una ragazza, che era fuori da un locale di Gattatico, è stata avvicinata da uno sconosciuto che le ha strappato dalle mani lo smartphone. La vittima ha sporto denuncia ai carabinieri di San Polo.

I militari hanno appurato che, subito dopo il furto, il telefono era stato utilizzato da una sim card intestata a un 19enne di Parma che l’ha usato per un mese prima di passarlo ad un altro giovane 20enne di Montechiarugolo che l’ha tenuto per un altro mese e poi lo ha venduto a un 20enne di Parma.

Lunedì mattina i carabinieri di San Polo lo hanno sequestrato al ventenne, che è stato denunciato insieme all’altro ventenne per ricettazione, per poi restituirlo alla derubata. I rispettivi numeri di telefono utilizzati erano associati a un volto immortalato sui profili o WhatsApp. L’incrocio tra i volti reperiti su WhatsApp e i relativi profili Facebook dei tre indagati hanno portato i carabinieri agli odierni indagati che sono stati denunciati per furto e ricettazione.