Quantcast

Poviglio, fiammata da bombola: giovane ustionato

Un 28enne del luogo, Matteo Graziani, è rimasto ferito mentre stava per andare a prendere il figlio a scuola

Più informazioni su

POVIGLIO (Reggio Emilia) – Un 28enne di Poviglio, Matteo Graziani, è rimasto ustionato, per fortuna in modo non grave, mentre portava in discarica due bombole da campeggio che teneva nel baule del suo fuoristrada. Mentre stava guidando il giovane ha visto che del fumo stava uscendo dal lato posteriore del suv, un Nissan Patrol, alimentato a nafta.

E’ sceso dal fuoristrada per cercare di fermare l’incendio, ma era troppo tardi. L’uomo si è fermato davanti alla Landini e ha aperto il baule per controllare quello che accadeva. In quel momento, probabilmente a causa di un corto circuito, si è alzata una fiammata dalle bombole che ha colpito il 28enne al volto, in testa e sul lato destro del corpo.

Il giovane, che stava andando a prendere il figlio a scuola, non pensava di essersi ustionato e così ha chiamato un amico per passare a prendere il bambino lì vicino. Per fortuna che le fiamme sono scaturite prima che il figlio salisse sul mezzo perché il fuoristrada ha riportato parecchi danni, soprattutto all’interno: il seggiolone dove avrebbe dovuto sedersi il bambino è stato distrutto dall’incendio.

Quando è arrivato a casa sua il 28enne si è reso conto che le ustioni provocate dalle fiamme stavano cominciando a dargli fastidio e ha chiamato il 118. A Poviglio è arrivato l’elicottero del 118 e Graziani è stato caricato a trasportato all’ospedale Maggiore di Parma, dove gli sono state diagnosticate ustioni di secondo grado. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Sant’Ilario e i carabinieri. Le bombole sono state sequestrate perché ora bisognerà capire il motivo per cui sono scaturite le fiamme.

Più informazioni su