Quantcast

Novellara, rapinano la filiale Credem: arrestati

In manette tre pericolosi malviventi presi dai carabinieri dopo una rapina a mano armata alla banca Credem di Novellara. Uno è stato arrestato al ristorante argentino

NOVELLARA (Reggio Emilia) -Tre pericolosi malviventi, con un curriculum di tutto rispetto tra cui numerose rapine ed anche un tentato omicidio, sono stati arrestati, dopo una caccia all’uomo tra la bassa e il capoluogo reggiano, dai carabinieri delle stazioni di Reggio Emilia Santa Croce, Bagnolo, Rubiera e Correggio. L’operazione ha permesso anche il recupero degli oltre 10.000 euro rapinati nella banca nonché tre veicoli dei quali due rubati e l’auto pulita usata come apri pista durante la fuga.

Si tratta di tre pendolari delle rapine, provenienti da Bologna. La rapina è stata consumata poco prima delle 12,30 ai danni del Credem di Novellara. Un malvivente, con volto travisato ed armato di cutter, ha fatto irruzione nell’istituto di credito (dove erano presenti oltre ai dipendenti 4 clienti) e sotto la minaccia dell’arma dopo aver aperto i due cassetti di altrettanti sportelli ha preso il danaro, poi quantificato in oltre 10.000 euro.

Quindi la fuga a piedi, poi proseguita con un motociclo rubato ieri a Reggio Emilia e condotto da un complice mentre un terzo complice attendeva su una Modus rubata lo scorso mese di aprile nel bolognese. Alla periferia del paese i tre malviventi hanno abbandonato il motociclo: due di loro sono rimasti sulla Modus rubata e l’altro è salito su una Fiesta “pulita” per fare da apripista. L’allarme giunto al 112 del comando provinciale di Reggio Emilia ha fatto sì che gli operatori della centrale dispiegassero l’ingente dispositivo antirapina riuscendo a cinturare l’intera zona, consentendo così la cattura dei malviventi.

Il primo rapinatore, a bordo della macchina “pulita” è stato intercettato dai militari di Bagnolo a Canolo di Correggio dove è stato preso dopo un concitato inseguimento. I suoi due complici sono stati invece localizzati dai carabinieri delle stazioni di Reggio Emilia Santa Croce, Rubiera e Correggio in Via dell’Aeronautica del capoluogo reggiano e arrestati. I carabinieri li hanno fermati al ristorante argentino “Chacarero”: uno era vicino agli alberi appena fuori dal ristorante e l’altro seduto al tavolo e aveva già ordinato. Ma non ha fatto in tempo a mangiare: i carabinieri sono entrati nel ristorante e, tra gli sguardi stupiti dei cienti, lo hanno portato in caserma. Nell’auto rubata i carabinieri hanno recuperato l’intero bottino. I rapinatori sono tre bolognesi di 44, 52 e 48 anni con un trascorso penale “di tutto rispetto”.

Immediatamente dopo l’arresto il comandante della legione Emilia Romagna Generale di divisione Adolfo Fischione e il comandante Provinciale dei carabinieri, il colonnello Antonino Buda hanno espresso il loro plauso ai carabinieri per la brillante operazione portata a termine che ha consentito la cattura dei tre pericolosi malviventi e il recupero dell’intera refurtiva.