Fiere, il Camer si candida a gestire gli eventi del 2017

Il presidente Maiko Rosati ha presentato una candidatura ufficiale a Tiziana Volta e Aspro Mondadori, liquidatore giudiziale e liquidatore sociale. Ma resta il nodo dell'affitto dei capannoni in scadenza a dicembre

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un’ancora di salvezza, anche se temporanea, per le Fiere di Reggio Emilia. La lancia l’associazione “Club auto moto d’epoca reggiano” che, nell’anno del suo 40esimo anniversario, ha chiesto a sorpresa di poter gestire il quartiere di via Filangeri per tutto il 2017. Nei giorni scorsi il presidente del Camer, Maiko Rosati ha presentato una candidatura ufficiale a Tiziana Volta e Aspro Mondadori, rispettivamente liquidatore giudiziale e liquidatore sociale di Reggio Emilia Fiere, illustrando le offerte per la prosecuzione dell’attivita’.

“Da 36 anni la nostra principale manifestazione culturale, la ”Mostra Scambio” si svolge a Reggio Emilia, costituendo il principale evento fieristico per la citta’: sarebbe un vero peccato il suo trasferimento in un”altra sede”, dice Rosati. “È nostra volonta’ e dovere – prosegue- difendere a tutti i costi questo evento che meglio di ogni altra cosa rappresenta la nostra identita’. Nel momento in cui si e’ aperto uno spiraglio abbiamo colto la palla al balzo per proporre qualcosa di concreto affinche’ ci fosse la prosecuzione degli eventif ieristici. Cio” che potevamo l”abbiamo fatto ed ora attendiamo speranzosi le risposte degli altri attori coinvolti in questa vicenda”. Il segretario dell’associazione Filippo Curti aggiunge: “Dopo mesi di incontri, lavori e fatiche siamo finalmente riusciti ad elaborare un progetto sostenibile. Stiamo tentando di fare qualcosa di importante e positivo per noi e per la nostra citta’ e di questo siamo estremamente orgogliosi”.

La proposta dell’associazione si inserisce in quadro molto complesso in cui l’ente di Mancasale dovrebbe cessare le attivita’ il prossimo 31 dicembre. A prevederlo sono gli ultimi accordi tra Reggio Emilia Fiere (proprietaria degli immobili), societa’ in liquidazione ed in concordato preventivo, e Fieremilia, attuale conduttore delle attivita’ in forza di affitto del ramo d’azienda. Proprio il contratto di affitto dei capannoni era stato prorogato nel 2015 di un anno, considerato il degrado che gli immobili (per i quali si cerca un nuovo possibile acquirente) avrebbero subito rimanendo inutilizzati. I liquidatori ora dovrebbero quindi decidere, a fronte della richiesta di Camer, se concedere un’altra proroga (Fonte Dire).

Più informazioni su