Quantcast

Cuccioli di cane venduti abusivamente di fronte alle Fiere

Gli otto cagnolini erano di un quarantasettenne di origini pugliesi che cercava di piazzarli nel parcheggio di via Filangieri

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Ieri otto cuccioli di cane, tipo corso, sono stati presi in carico dal Comune di Reggio grazie all’intervento della polizia municipale che, di fronte all’Ente Fiere, ha individuato un venditore abusivo di animali. La segnalazione è partita poco dopo mezzogiorno, quando una reggiana, interessata all’acquisto di un cucciolo, ha cercato di capire la provenienza e lo stato di salute dei cagnolini.

Le risposte confuse del venditore e l’estrema fretta dimostrata da quest’ultimo nel piazzare i piccoli, ha insospettito la cliente, che, dopo essersi allontanata con una scusa, ha avvisato la centrale operativa della polizia municipale reggiana. Pochi minuti dopo gli agenti hanno individuato l’uomo, un quarantasettenne di origini pugliesi che, con un carrello appendice, utilizzato come gabbia improvvisata, si era piazzato nel parcheggio di via Filangeri per vendere i piccoli.

Durante i controlli gli operatori del comando hanno potuto constatare numerose irregolarità, dalla mancanza del regolamentare microchip negli animali fino all’assenza delle autorizzazioni per effettuare legalmente il commercio itinerante. Date le circostanze gli otto cagnolini di pochi mesi, quattro maschi e quattro femmine, poi risultati essere meticci tipo corso, sono stati affidati alle cure dei veterinari dell’Ausl per gli accertamenti sanitari.

Verifiche amministrative sui documenti, prodotti in un secondo tempo dall’uomo, sono in corso da parte degli agenti della Municipale che proseguono le indagini.

Più informazioni su