Contrordine: riaperto il castello di Canossa

La retromarcia da parte della direzione del Polo Museale dell'Emilia Romagna

Più informazioni su

CANOSSA (Reggio Emilia) – Il castello di Canossa è regolarmente aperto. Il sindaco Bolondi ha avuto precise rassicurazioni dal ministero. Ci sarebbe stata una incomprensione all’origine della decusione della direzione del Polo Museale dell’Emilia Romagna che aveva comunicato che, “a seguito della segnalazione del Comune di Canossa, i cui tecnici indicano la necessità nell’area di un intervento di “somma urgenza”, che presuppone rischi per l’incolumità delle persone e dei beni, la direzione stessa decreta l’immediata chiusura al pubblico del sito per i necessari ulteriori accertamenti geologici sulle parti di propria competenza e responsabilità”.

Così si leggeva sul sito del Polo museale dell’Emilia-Romagna. Oggi invece si legge: “Acquisiti da parte del Comune ulteriori elementi tecnici e le necessarie garanzie relative alla sicurezza del sito, si revoca la disposizione di chiusura al pubblico del Castello e Rupe di Canossa e Museo Nazionale Campanini, già comunicata in data 26 settembre scorso”.

Il castello di Canossa era stato temporaneamente chiuso per un intervento di somma urgenza, finanziato con risorse regionali, pari a 190mila euro, che riguarda la parte Nord- Ovest della rupe, in particolare la messa in sicurezza del sentiero che si trova sul retro dell’antico maniero, sul territorio del comune.

Il sindaco aveva chiesto direttamente a Roma, in via urgente, l’autorizzazione per riaprire il castello. Ora l’ha ottenuta.

Più informazioni su