Quantcast

Castelnovo Sotto, ricarica Postepay e truffa tabaccaio

Truffa l’accusa mossa al giovane di Brescello denunciato dai carabinieri di Castelnovo Sotto che richiedono a suo carico anche il foglio di via

CASTELNOVO SOTTO (Reggio Emilia) – Ha chiesto ed ottenuto una ricarica da oltre 200 euro sulla sua carta Postepay, ma poi, quando è stato il momento di pagare, sostenendo di non aver tutto il contante e mostrando a garanzia un codice fiscale (poi risultato essere intestato a persona estranea alla truffa), ha chiesto ed ottenuto dalla tabaccaia il permesso di allontanarsi per prelevare i soldi da una vicina banca.

L’esercente in buona fede ha fatto uscire il giovane, attendendo invano il cliente che, ovviamente, è sparito nel nulla. Quando ha capito di essere rimasta vittima di un raggiro la tabaccaia ha chiamato i carabinieri della stazione di Castelnovo Sotto e ha sporto denuncia. I carabinieri sono risaliti a un 22enne residente a Brescello, con numerosi precedenti per reati di questo tipo, che è stato denunciato per truffa.

Visti i precedenti di polizia dell giovane, oltre alla denuncia per truffa i militari hanno inoltrato a suo carico alla Questura reggiana, anche la proposta per l’emissione del foglio di via obbligatorio dal comune di Castelnovo Sotto per tre anni. Il consiglio dei carabinieri ai commercianti è quello di farsi consegnare materialmente il denaro prima dell’operazione in quanto, una volta avviata la procedura di pagamento, non può più tornare indietro: se poi come l’odierno caso il cliente riesce a farsi credere e guadagnare l’uscita con la scusa di andare a prendere i soldi la truffa è compiuta.