Carabinieri incastrano la banda dei supermercati: tre arresti

Furti in fotocopia, fatale l’ultimo colpo al Cash & Carry Sogegross. Furto aggravato in concorso l’accusa mossa ai tre uomini

REGGIO EMILIA – I carabinieri hanno arrestato ieri mattina tre persone dopo un furto compiuto ai danni del supermercato Cash & Carry Sogegross. A finire in manette, con l’accusa di concorso in furto aggravato, Vito Moro, 49 anni tarantino d’origine, domiciliato a Bibbiano, Paolino Truzzi 66 anni, ferrarese d’origine e Piero Matera, 49 anni, originario di Matera, questi ultimi due residenti a Reggio Emilia. I carabinieri sono convinti che i tre abbiano derubato altri supermercati con le stesse modalità.

Ieri mattina il vicedirettore del supermercato Sogegross è andato dai carabinieri segnalando che, dalla visione dei filmati del sistema di videosorveglianza, aveva rilevato un furto compiuto nei giorni scorsi con modalità singolari. In particolare l’8 settembre scorso, verso l’orario di chiusura, si era presentato alle casse un cliente con un carrello carico di merci chiedendo alla cassiera se poteva metterlo da parte dato che si era dimenticato la carta di credito e sarebbe ritornato il giorno dopo a ritirare e a pagare.

Il carrello con la merce è stato messo dentro la cella frigo da cui, come poi rilevato dalle telecamere, quel cliente con la complicità di altri due sconosciuti, lo ha portato via il giorno successivo passando dalla porta di sicurezza che dava sul parcheggio. La sera di venerdì scorso, il cliente si era presentato nuovamente alle casse e con le stesse modalità e, prima di allontanarsi, aveva chiesto alla cassiera di poter tenergli da parte la spesa che sarebbe ripassato all’indomani a ritirare la merce (scatole con costosi liquori, amari, rum, whisky ma anche punte di parmigiano reggiano e macchinari professionali come una affettatrice elettrica e una grattugia elettrica).

Visto il furto della settimana prima, il carrello è stato messo nella cella frigo. A questo punto i carabinieri, nella certezza che la merce sarebbe stata rubata con le stesse modalità del precedente furto, si sono appostati per ore all’esterno del supermercato fino a quando ieri sera il terzetto di ladri è arrivato a bordo di una Ford Mondeo. Passando dalla porta di servizio e raggiungendo la cella frigo, hanno prelevato il carrello e, dopo aver caricato la merce in macchina, sono fuggiti.

Ma, poco lontano, sono stati fermati dai carabinieri di Bagnolo in Piano che alla luce della flagranza di furto aggravato in concorso i arrestavano. La refurtiva del valore di circa 3.000 euro, recuperata, veniva restituita al supermercato derubato. I tre domattina compariranno davanti al Tribunale di Reggio Emila per rispondere dell’accusa loro contestata.