Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Caos M5S a Roma, Pizzarotti: “Il direttorio lasci”

E' bufera dopo la notizia che la Muraro è indagata da aprile e la Raggi lo sapeva da luglio. L'assessora: "Mai mentito, sono sotto attacco mediatico". La sindaca: "Informati i vertici del partito", ma il direttorio nega. partito". Quando Raggi voleva trasparenza sul caso Pizzarotti: "Ha nascosto l'avviso di garanzia"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La sindaca di Roma Virginia Raggi avrà una lunga giornata di lavoro in Campidoglio. Il day after l’audizione fiume in commissione Ecomafie, in cui è emerso che l’assessore capitolino all’ambiente Paola Muraro e la sindaca sapevano fin da luglio dell’indagine a carico della prima, si preannuncia, secondo quanto si è appreso, fitto di riunioni e colloqui. Il particolare la sindaca incontrerà gli assessori e ha già in corso contatti con i vertici pentastellati. Il fatto che Raggi sapesse dell’inchiesta ha scatenato una bufera, anche tra le fila dei 5 Stelle. Secondo quanto si è appreso, non sono previsti appuntamenti ufficiali e pubblici della sindaca.

Intanto il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti va all’attacco e chiede le dimissioni del direttorio del Movimento dopo che – accusa – ha dimostrato di “non saper gestire il Movimento”. Fra l’altro quando arrivò l’avviso di garanzia a Pizzarotti nel maggio scorso per le nomine ai vertici del teatro Regio, la Raggi, allora in campagna elettorale, disse: “L’avviso di garanzia era noto a Pizzarotti e lui ha pensato di nasconderlo. Avrebbe dovuto renderlo noto ai suoi concittadini”. Il video è stato diffuso ora sui social network dopo che la Raggi ha ammesso di essere a conoscenza delle indagini in corso sull’assessora all’ambiente Paola Muraro dalla fine di luglio.

Paola Muraro risulta infatti indagata da aprile. E del fascicolo aperto sull’assessore all’Ambiente del Comune di Roma sapevano sia la sindaca Virginia Raggi sia il direttorio del M5S. Sono a questo diverse, e tutte dalle conseguenze imprevedibili, le notizie che emergono dall’audizione di Raggi e Muraro in commissione Rifiuti. Un’audizione fiume in cui, al di là della gestione dei rifiuti della Capitale, è la figura di Muraro a finire nel mirino dei componenti. E nella quale Raggi afferma, quasi a sorpresa, che dell’indagine sull’assessore aveva informato i vertici pentastellati.

Parole di certo in controtendenza con quanto emerge dal Direttorio, secondo cui del caso Muraro non si era a conoscenza, e che rischiano di portare ad uno scontro frontale tra la prima cittadina di Roma e i vertici del M5S. Direttorio che, sul caos in Campidoglio, da giorni appare andare in ordine sparso a testimonianza del fatto che, come osserva anche qualche pentastellato, a Roma si stia giocando da tempo la grande partita delle correnti interne.

L’unico ad intervenire in serata è Alessandro Di Battista. “Contro di noi c’è un intero sistema che ci fa guerra. Le Olimpiadi sono l’obiettivo di questi palazzinari”, attacca su Facebook. Ma sul Movimento, in queste ore, si è scatenata una vera e propria bufera, con il caso Muraro che si aggiunge alle critiche piovute sulla nomina di Raffaele De Dominicis e sul presunto coinvolgimento dello studio legale Sammarco.

Più informazioni su