Via Emilia all’Angelo, quattro nigeriani arrestati per rissa

Fra di loro c'è anche un 42enne che ha presentato richiesta di asilo politico: ci sono stati due feriti, uno dei quali è finito all'ospedale

REGGIO EMILIA – Quattro nigeriani sono stati arrestati, per concorso in rissa aggravata con lesioni, ieri sera in via Emilia all’Angelo nel parcheggio del Conad di Pieve. La polizia è intervenuta con alcune Volanti su segnalazione dei residenti che avevano riferito di un gruppo di immigrati che stava litigando sulla via Emilia.

Gli agenti, arrivati sul posto verso le 23, hanno trovato tre immigrati a cui presto se n’è aggiunto un altro, sanguinante, che ha sostenuto di essere stato aggredito mentre stava giocando a carte con loro in un parco di via Premuda.

La lite sarebbe iniziata lì per futili motivi, secondo quanto hanno raccontato gli immigrati. Sono stati anche utilizzati dei pezzi di bottiglia che sono stati trovati a terra rotti. Uno di questi ha ferito all’avambraccio uno dei nigerani, il 39enne Chinedu Igwebuike, irregolare, e al polmone Lucky Okukpon, 34 anni, irregolare, senza fissa dimora, con precedenti per reati contro la persona e resistenza a pubblico ufficiale.

Quest’ultimo è stato portato all’ospedale da un’ambulanza giunta sul posto, ma le sue condizioni non sono gravi. Insieme a questi due sono stati arrestati pure Belive Ikhihibhojere, 42 anni, un rifugiato reggiano che ha ancora pendente la richiesta di asilo politico (che agli altri è stata già rifiutata), con precedenti per falso e reati stradali, e Michael Okojie, 36 anni, irregolare, con precedenti per spaccio.

Per tutti e quattro si è tenuto stamattina il processo per direttissima. Tre di loro saranno espulsi, mentre scatterà una segnalazione al soggetto che gestisce i rifiugiati a Reggio, ovvero la Dimora d’Abramo, per Belive Ikhihibhojere, il richiedente asilo.