Truffa ad anziani da falsi carabinieri: sei colpi sventati

Grazie all’attività informativa dell'Arma. Sette gli odierni i blitz dei falsi marescialli: in un caso, carpita la fiducia, l’anziano è stato derubato di 500 euro tra contante e preziosi

REGGIO EMILIA – Una o forse più batterie di ladri hanno preso di mira questa  mattina la nostra provincia presentandosi nelle case degli anziani per derubarli. La forte campagna di sensibilizzazione portata avanti da mesi dai carabinieri del comando provinciale (marescialli che dal pulpito della chiesa al termine delle messe fanno la predica agli anziani, incontri promossi dai carabinieri nei paesi con gli anziani etc.) con continui inviti a diffidare dagli estranei e chiamare il 112, sta portando sul piano preventivo i dovuti risultati.

Ben sei  questa mattina (tra le 10,30 e le 12,30) i colpi sventati nel reggiano (2 a Castelnovo Sotto, 2 a Vezzano sul Crostolo e 2 a Reggio Emilia) dalle stesse vittime che, anziché cadere nella rete dei malviventi, che spacciandosi per maresciallo dei carabinieri hanno cercato di accedere nelle loro case e derubarli, memori proprio dei consigli forniti dai carabinieri, hanno subito allertato il 112 mettendo in fuga i truffatori.

Non è andata così per una 80enne di Carpineti che fidandosi del malvivente spacciatosi per falso maresciallo a richiesta gli ha consegnato il contante e gli oggetti in oro che possedeva (per un valore complessivo di 500 euro), ottenuti i quali il truffatore è fuggito.