Reggio Emilia innovazione, perdita di 396mila euro

I debiti della società pubblico-privata sono arrivati a un milione e 629mila euro con una crescita di 65 mila euro sul 2014

REGGIO EMILIA – Il bilancio di Rei (Reggio Emilia innovazione) si è chiuso con una perdita di 396mila euro, circa 50mila euro in più di quanto previsto. I debiti sono arrivati a un milione e 629mila euro con una crescita di 65 mila euro sul 2014.

La società pubblico-privata è guidata da Aimone Storchi e le quote sono suddivise fra Camera di commercio e Comune di Reggio al 50%. I ricavi per attività dei laboratori (ceduti in gestione nei mesi scorsi a Iren rinnovabili) sono aumentati a 1 milione 440 mila euro rispetto al milione 248 mila del 2014.

Gli incassi arrivano dalle attività del Tecnopolo (40 mila euro) e dalla camera climatica (712 mila euro). Non sono andati bene i progetti speciali, come quelli relativi all’Expo, bando sugli incubatori d’impresa e soprattutto il “Food Innovation Program”.