Pagamenti non dovuti, l’allarme della Camera di commercio

Segnala una truffa da parte di società che stanno inoltrando richieste di pagamento alle imprese a nome dell'ente

REGGIO EMILIA – Alcune societa’ private stanno inoltrando richieste di pagamento alle imprese di Reggio Emilia nome della Camera di commercio. E’ la truffa segnalata dallo stesso ente camerale, che sul proprio sito stila la lista nera di coloro che richiedono pagamenti non dovuti.

“Si tratta, ad esempio, di proposte commerciali di servizi pubblicitari rispetto alle quali le Camere di commercio sono del tutto estranee. Queste iniziative – precisa l’ente di piazza della Vittoria- non riguardano alcun adempimento della Camera di commercio, il loro pagamento non e’ obbligatorio e il pagamento di questo bollettino non sostituisce in alcun modo il pagamento del diritto camerale dovuto per legge”.

Sono stati segnalati inoltre “casi di telefonate sospette alle imprese della nostra provincia, che richiedono le coordinate bancarie o altri dati per rimborsi di somme non dovute alla Camera di Commercio”. A questo proposito, la Cciaa ricorda “che il rimborso del diritto annuale, cosi’ come dei diritti di segreteria, e’ effettuato esclusivamente su presentazione della ”istanza di rimborso” da parte del soggetto interessato ed il pagamento del diritto annuale, unico tributo dovuto alla Camera di commercio, avviene solo tramite modello F24. L’ente camerale non emette quindi bollettini postali prestampati”.

Nessuno, pertanto “e’ o e’ stato autorizzato a richiedere telefonicamente informazioni alle imprese a scopo di effettuare rimborsi in nome della Camera di commercio”. Le imprese sono quindi invitate “a prestare attenzione a richieste di pagamento avanzate da organismi privati estranei alle Camere di commercio”, rivolgendosi per qualsiasi informazione o dubbio all”indirizzo info@re.camcom.it.