“Mauriziano non a norma”, partono due esposti

Cittadino segnala rischio incendio in location festa per Ariosto

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La festa per i 500 anni dalla nascita di Ludovico Ariosto finisce sul tavolo della Procura della Corte dei conti e del comando provinciale dei Vigili del fuoco di Reggio Emilia. L’evento promosso dal Comune per l’8 settembre, infatti, e’ fissato nel palazzo del Mauriziano dove abito’ il poeta. Ma l’edificio e’ stato interdetto al pubblico gia’ a luglio del 2014, in seguito ad un sopralluogo dei Vigili del fuoco che ne hanno vietato l’utilizzo fino allo smontaggio di due caldaie a gas e dei relativi impianti, costruiti in assenza dei requisiti previsti dalle normative antincendi.

All’amministrazione e’ stato inoltre ingiunto un termine di 90 giorni per rimettere a norma l’edificio. Come se non bastasse, il 25 luglio scorso il Consiglio comunale di Reggio Emilia ha approvato a maggioranza un emendamento all’assestamento di bilancio presentato dal gruppo Pd con il quale venivano ridotti i fondi per le biblioteche da 85.000 a 80.000, proprio per destinare 5.000,00 euro all’evento nel Mauriziano. Un’altra occasione in cui Gianluca Vinci, consigliere comunale e segretario della Lega nord Emilia, ha ricordato l’instabilita’ della struttura. Su queste basi, un cittadino reggiano, Davide Curti, ha predisposto ed inviato ieri un esposto alla Procura regionale presso la Corte dei Conti al fine di verificare “se il Consiglio Comunale di Reggio Emilia nel destinare 5.000 euro per un evento all’interno di una struttura non a norma rispetto alla normativa antincendi abbiano correttamente adempiuto il loro mandato od abbiano invece sprecato denaro pubblico”.

Il medesimo esposto e’ stato contemporaneamente inviato anche al comando provinciale dei Vigili del Fuoco “affinche’ sia informato dell’evento dell’8 settembre e possa verificare l’avvenuto smontaggio degli impianti e la messa a norma dell’edificio”.
Nel frattempo, su Facebook, e’ nato un gruppo che chiede a gran voce la riqualificazione del Mauriziano e la sua riapertura, in linea con la posizione della Lega nord. Il movimento, afferma infatti Vinci, “auspica una rapida messa a norma del palazzo ed una riqualificazione al piu” presto anche del suo parco, un patrimonio cosi’ importante per la citta’ merita di essere valorizzato e messo a disposizione di tutti i cittadini reggiani”.

Più informazioni su