Iren, l’antitrust avvia procedimento su vendita gas e luce

Nel mirino attivazioni che sarebbero state non richieste a cittadini e imprese

REGGIO EMILIA – Iren Mercato finisce nel mirino dell’Agcom. Il 13 luglio scorso, infatti, l’Autorita’ garante della concorrenza e del mercato ha aperto un procedimento istruttorio sulla societa’ del gruppo Iren che opera nel settore della vendita di energia elettrica e del gas, in merito a presunte violazioni del Codice del Consumo.

Al vaglio dell’Authority, in particolare, una serie di eventuali pratiche commerciali che potrebbero essere scorrette, consistenti nell’attivazione di forniture non richieste, anche fornendo a cittadini e imprese informazioni “ingannevoli o omissive”. Il procedimento e’ stato attivato “in ragione del numero significativo di istanze di intervento” presentate da numerosi soggetti “segnalanti”: le associazioni di consumatori Adiconsum Lucca, Adiconsum Oristano, Associazione Codici-Centro per i diritti del cittadino della Lombardia, Federconsumatori della Provincia di Arezzo, Federconsumatori Toscana e Enel Italia, impresa appartenente all’omonimo gruppo Enel attivo nei mercati dell’energia elettrica e del gas.

Scrive dunque l’Agcom: “Sulla base di numerose segnalazioni pervenute all’Autorita’, taluni comportamenti posti in essere da Iren mercato nei confronti di consumatori e di microimprese in relazione alla prospettazione e attivazione di forniture di energia elettrica e gas potrebbero integrare fattispecie rilevanti ai sensi del Codice del Consumo”. Nello specifico “il professionista (Iren Mercato, ndr) avrebbe attivato forniture non richieste di energia elettrica o di gas naturale finalizzate all’acquisizione di clientela nel mercato libero, anche fornendo informazioni ingannevoli o omissive ed ostacolando l”esercizio dei diritti contrattuali da parte dell”utente”. Da qui l’avvio dell’istruttoria in cui, anche i soggetti interessati che hanno presentato istanza di intervento, possono ora intervenire (Fonte Dire).