Quantcast

Carpineti, truffa on line: due denunce

Non spediscono merce dopo aver intascato i soldi del falso acquisto: concorso in truffa l’accusa mossa ai due dai carabinieri

CARPINETI (Reggio Emilia) – Un 19enne rumeno di Teramo e una 30enne albanese di Pescara sono stati denunciati dai carabinieri di Carpineti per concorso in truffa ai danni di un 30enne reggiano a cui avevano venduto on line accessori per bici da corsa che poi non gli erano mai stati recapitati.

La vittima, dovendo acquistare le ruote per la sua bici da corsa e  dopo aver visto un inserzione che trattava la vendita delle ruote che facevano proprio al suo caso, aveva contattato telefonicamente l’inserzionista concordando l’acquisto di 2 ruote Mavic Cosmic in carbone per un importo di 320 euro. Dopo aver versato il corrispettivo dovuto, non vedendo arrivare la merce, ha cercato invano di contattare l’utenza telefonica associata all’annuncio trappola.

Quando ha capito di essere rimasto vittima di un raggiro, l’uomo si è presentato ai carabinieri della stazione di Carpineti per sporgere denuncia. Dopo una serie di riscontri tra l’IP del computer utilizzato per l’annuncio, la carta prepagata dove erano confluiti i soldi e l’utenza telefonica attraverso la quale correvano le trattative, i militari sono risaliti agli odierni indagati. Il romeno era l’ideatore dell’annuncio e il titolare della carta dove arrivavano i soldi mentre la 30enne albanese era l’intestataria dell’utenza telefonica su cui è “corsa” la trattativa.