Campagnola, doppia truffa dei cerchi in lega: una denuncia

Una 38enne napoletana ha raggirato un 35enne reggiano tentando di estorcergli i soldi per due volte

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – Una 38enne napoletana, residente a Brescia, è stata denunciata per truffa nei confronti di un 35enne reggiano, con l’accusa di avergli venduto on line 4 cerchi in lega a prezzi assolutamente concorrenziali che, ovviamente, non ha spedito. Quando l’acquirente, dopo aver pagato l’importo richiesto (410 euro), ha lamentato ritardi nella spedizione, la venditrice sostenendo di essersi sbagliata nel prezzo, ha chiesto l’integrazione del pagamento minacciando il blocco della spedizione.

Il reggiano non ha ottemperato anche alla seconda richiesta e la venditrice è sparita nel nulla. Tutto è avvenuto attraverso inserzioni esca che trattano, a prezzi assolutamente convenienti, la vendita di cerchi in lega per auto, una carta prepagata dove ricevere i soldi e l’utenza telefonica dove poter essere contattati.

Il 35enne di Campagnola, a questo punto, si è rivolto ai carabinieri della stazione locale che, dopo una serie di riscontri tra l’IP del computer utilizzato per l’annuncio, la carta prepagata dove erano confluiti i soldi e l’utenza telefonica attraverso la quale correvano le trattative, hanno identificato la venditrice accertando che la vendita dei cerchi a favore del reggiano era la punta di un iceberg di una vera e propria condotta truffaldina che l’hanno vista raggirare, con le stesse modalità, altre persone.