Seta, nuovo sciopero dei bus

Il sindacato Sgb: “Azienda arrogante e disinteressata nei confronti dei dipendenti e degli utenti del trasporto"

REGGIO EMILIA – Il sindacato autonomo Sgb proclama un nuovo sciopero di quattro ore in Seta, previsto per il bacino di Reggio Emilia il prossimo 10 luglio.
La protesta è stata indetta dopo che la dirigenza dell’azienda di trasporto pubblico ha disertato l’incontro in Prefettura del 24 giugno scorso per esperire la “procedura di raffreddamento”, obbligatoria prima di dichiarare l’astensione dal lavoro.

Secondo quanto riporta il sindacato, l’azienda avrebbe ribadito di volersi confrontare solo con le organizzazioni sindacali firmatarie del contratto nazionale di di categorria (Cgil, Cisl, Uil, Faisa-Ugl) eludendo così il confronto sui temi posti dal Sgb: “La turnazione estiva e il mancato rispetto degli accordi vigenti”.

Con la nuova dirigenza di Seta, dice la sigla di base, “nulla di nuovo in merito alle relazioni sindacali: continua l’arroganza e tutto il suo disinteresse nei confronti dei dipendenti e degli utenti del trasporto pubblico perseverando nella sua posizione di non rispettare gli accordi aziendali nella formulazione dei turni tuttora in vigore, sia per i vecchi assunti che per i nuovi”. Ribadendo il suo dissenso a firmare “accordi peggiorativi che riducono i diritti dei lavoratori solo per confrontarsi con Seta”, il sindacato prende quindi atto “dell’ennesima chiusura da parte dell’azienda su problemi reali” e conferma lo sciopero.